MINESTRONI POLITICI

Pubblicato 08/05/2012 da paroladistrega

Sinceramente, non ci capiamo più niente. Cioè, ci sforziamo di capire: tentiamo di leggere tra le righe, proviamo ad interpretare parole e paroloni,  “pianti ministeriali”, battute spiritose (?), visi preoccupati, sopracciglia alzate e sguardi stupiti, risposte sibillino-furbettine del tipo “non ho capito la domanda”.

Noi invece non capiamo le risposte. Tutte. Rosse, verdi, gialle, blu.  Anche indaco e violetto. Anche con le stelle. Chi la vuol  cotta e chi la vuol cruda. In mezzo, noi cittadini, ormai arrabbiati neri come tori nell’arena, gonfi come tacchini e  scalpitanti come cavalli pronti alla corsa.

Ma perché non riusciamo a cambiare le cose?

E’ vero che con Carla e famiglia che sgombrano l’Eliseo sentiamo in giro un’arietta più leggera –  come dire – meno crucca.

E’ vero che con gli esiti delle nostre italiche amministrative crediamo un po’ di più nel rinnovamento, tipo atmosfera cambio armadi di fine stagione (eventualmente, eliminare anche le tarme…..).

Ma è anche vero che tutto questo “minestrone politico” di partiti, partitelli, liste civiche, movimenti vari e variegati con idee sfornate ogni nano secondo….. ce lo dobbiamo mangiare noi.

E pure digerire (magari dopo possiamo fare uso del santo bicarbonato di sodio).

Sarebbe bello capirci davvero qualcosa. E non venitemi a dire che voi cittadini avete capito.

Solo chi prepara il minestrone sa cosa ci infila dentro.

 

Annunci

3 commenti su “MINESTRONI POLITICI

  • Avere certezze in questo momento risulta un esercizio simile ad un tuffo carpiato con doppio avvitamento eseguito da un’ott’antenne,tuttavia mi pare che emergano da questa tornata elettorale due dati incontrovertibili: ha vinto in primo luogo la disaffezione dalla partitocrazia (oltre il 33% di astensionismo) che sarebbe ad oggi di gran lunga il partito di maggioranza nel paese,ed in secondo luogo mi pare che sia palese l’affermazione del Movimentop 5 Stelle ,una delle strade alternative ad un sistema di potere arroccato su se stesso,un movimento che vede i cittadini tornare ad interessarsi alla cosa pubblica nell’interesse esclusivo del bene comune.Ben vengano i movimenti dal basso se animati da buoni propositi…ps il minestrone è un piatto per ogni stagione e può essere cucinato con ingredientio nuovi e diversi può essere mangiato sia caldo che freddo ,la solita minestra mi pare invece sia risultata stucchevole ed indigesta a buona parte dei cittadini italiani..questa la mia modesta analisi ,saluti Stefano C Massa (Ms)

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    Parti di lui

    Sono un Dugongo spiaggiato.

    PALESTINE FROM MY EYES

    Generating a fearless and humanising narrative on Palestine!

    paroladistrega

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    Posto Occupato

    È un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza.

    Se Non Ora Quando FACTORY

    Laboratorio di libero pensiero e azione politica

    il ricciocorno schiattoso

    ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

    seiofossifoco

    This WordPress.com site is the cat’s pajamas

    IllustrAutrice

    BARBARA GIORGI

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: