LA MOLESTIA SESSUALE DIVENTA VIDEOGIOCO ?

Pubblicato 27/08/2012 da paroladistrega

Potrei dire: non ho parole.

Invece ne ho a quintali e tutte tremende. Qui ne proporrò qualcuna.

A marzo 2013 sarà in vendita un nuovo videogioco della serie Tomb Raider, dove la protagonista  Lara Croft  – si dice – subirà molestie   sessuali. Non è ancora certo, perché gli autori hanno fatto passi indietro viste le polemiche (soprattutto di femministe) scattate ovunque. Dicono di essere stati “fraintesi”.

E qui è d’obbligo inserire la frase ad hoc:  business is business.

Sì, perché gli autori del videogioco e la casa di produzione hanno avuto una “gran bella idea”: proporre in anteprima l’idea di molestia sessuale tanto per attirare un po’ di polli nell’aia.

A sentir parlare di tentata violenza sessuale in un videogioco,  noi persone adulte e sensate proviamo – minimo minimo – rabbia.

Poi subentra una sorta di smarrimento e ci chiediamo: ma la devianza non ha limiti?

Ed infine, sempre noi persone adulte e sensate, ci domandiamo: quando dei ragazzini vedranno più e più volte queste immagini, cosa rimarrà impresso nella loro memoria emotiva? Sapranno decodificare, sapranno condannare il gesto?

Infine, ci chiediamo cosa fare. Io almeno me lo sono chiesto. E quindi uso l’unica arma a mia disposizione (non ho quelle di Lara Croft): la parola nel web.

Scrivo quindi la parola che mi sembra più adatta, riassunto delle mille che mi vagano in testa: SCHIFO!

 _____________________________________________________

Articolo pubblicato anche da GIULIA, giornaliste unite libere autonome:

http://giulia.globalist.it/Detail_News_Display?ID=33091&typeb=0

_____________________________________________________________

CONTATTI  AL  30  AGOSTO 2012:   4.380

Annunci

9 commenti su “LA MOLESTIA SESSUALE DIVENTA VIDEOGIOCO ?

  • Ma la maggior parte dei videogiochi sono del genere “sparatutti” e non credo che uccidere per far punti sia meglio di uno stupro. Lara Croft avrà in questa versione un motivo valido per sparare… Altra cosa è la capacità di comprendere dei minori, ma i minori comprendono che è consentito sparare solo nei videogiochi, o no?

    • Ema, sei uomo o donna? Credo uomo, da quel che scrivi.
      E ti rispondo come segue:
      1) la maggior parte dei videogiochi sono del genere “sparatutti”? Sì, lo so e andrebbero tutti tolti dal mercato, visto che l’utenza è costituita soprattutto da minorenni
      2) uccidere per far punti è meglio o peggio di un stupro? E’ come dire preferisci beccarti la peste bubbonica o un tumore? Ma che discorsi sono? Il male è male. Inutile e pericoloso fare paragoni. Lo schifo dilaga comunque. E “farci punti” sopra è AMORALE
      3) Lara Croft potrebbe essere un’eroina positiva anche senza l’hobby della sparatoria
      4) la capacità di comprendere dei minori? Studiati BRUNER, PIAGET E ALTRI ESPERTI DI PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO. Poi ne riparliamo.

      • e allora i film le serie tv? , e poi si parla della prima volta in cui lara croft ha dovuto uccidere un uomo , quindi si parla di lei che subisce un tentativo di stupro ma si difende e comunque il giocatore interpreta lara croft , e sui videogames il tuo ragionamento e lo stesso xhe hanno fatto gli americani contro la musica con il provvedimento Parents Music Resource Center, e ti consiglio di leggere le frasi di frank zappa durante l’ audizione al senato su quel provvedimento.

  • femministe sveglia; denunciamo il videogioco e facciamolo censurare ma che aspettiamo!! maledetti bastardi misognei quando li odio; gli imparerei io l educazione con venti colpi sparati in testa, non se ne puo’ piu’.

    • Cara Mery, sono più che d’accordo con la prima parte del discorso. Non con la seconda. La violenza virtuale non si può combattere con la violenza reale. Usiamo l’arma migliore: il CERVELLO. Noi donne ne abbiamo da vendere, a causa di belle sinapsi attivate nei secoli per spirito di sopravvivenza…. 🙂

  • @Alessio… ma quanto ti rode sto fatto che esistano le femministe…ma quanto ti rode che tentiamo di difendere la dignità della donna…
    A me di Zappa me ne frega una cippa lippa (ma che cavolo c’entra la musica?).
    Questo video con la tentata molestia NON va bene. Stop.
    E se in quasi tutti i videogames si ammazzano…andrebbero tolti dal mercato. Perché gli utenti sono soprattutto minorenni.

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    Parti di lui

    Sono un Dugongo spiaggiato.

    PALESTINE FROM MY EYES

    Generating a fearless and humanising narrative on Palestine!

    paroladistrega

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    Posto Occupato

    È un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza.

    Se Non Ora Quando FACTORY

    Laboratorio di libero pensiero e azione politica

    il ricciocorno schiattoso

    ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

    seiofossifoco

    This WordPress.com site is the cat’s pajamas

    IllustrAutrice

    BARBARA GIORGI

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: