LA FEMMINISTA CATTOLICA

Pubblicato 06/10/2012 da paroladistrega

Credo in DIO da sempre. E non perché mi sia stato imposto. Se credo in Dio è perché l’ho deciso io, lo voglio io: una libera scelta. E non dipende proprio per niente dal contesto socio-familiare, perché nutrite schiere di persone che vengono  allevate a pane e preti, poi spesso rinnegano Dio in età adulta. Sono poco praticante (lo ammetto), ma molto molto credente.

E sono pure FEMMINISTA. Di quelle che parlano ad alta voce, nel blog e ovunque in rete. Non sono una che mette i “mi piace” e va avanti per la sua strada. Sono una che si espone. E pure molto.

Dunque?

Dunque mi viene aspramente contestato il fatto di essere CATTOLICA e FEMMINISTA. Perché secondo molte femministe “storiche” credere in Dio e nella donna non va bene. O l’uno o l’altra.

Ma la cosa grave non è che se la prendano con me: la cosa grave è che attaccano tutte le CATTOLICHE DENTRO I MOVIMENTI FEMMINISTI e TUTTE LE CATTOLICHE DI SINISTRA che intendono fare politica.

Esempio:  il caso Laura Puppato, candidata alle primarie di sinistra, infangata a più non posso in riferimento alla 194. Nel Veneto, lei ha cercato di arginare il “danno” causato dall’art. 2 della 194, ma le “femministe estremiste” l’hanno attaccata cercando un capro espiatorio per questa legge che non è perfetta.

Perché?

Perché è cattolica. Se questa battaglia di contenimento del danno l’avesse fatta una laica, andava tutto bene. Ma si tratta di una cattolica, quindi c’è per forza sotto qualcosa che non va.

Le cattoliche puzzano di vecchio, di stantìo.

Le cattoliche sono quelle che fanno l’uncinetto nel cortile della Chiesa.

Le cattoliche sono quelle che hanno il cervello intriso di dogmi e non sanno ragionare come donne libere.

Le cattoliche vanno messe al rogo come moderne streghe (simpatici ribaltamenti della storia).

Le cattoliche sono una mina vagante da recintare, segnalare, ghettizzare, offendere, esporre alla gogna pubblica.

Le cattoliche sono la parte malata della politica e dei movimenti femministi.

Non c’è distinzione tra fondamentalismo cattolico e cattolicesimo vissuto: fa tutto schifo. E’ tutto da condannare.

Nessuna possibilità di dialogo o confronto.

Attenzione, prego, care “femministe storiche”: state compiendo autogoal.

Vi state assumendo la bella responsabilità di attuare una caccia contro delle donne, basata su una forma pericolosa di PREGIUDIZIO, di STEREOTIPO, di RAZZISMO IDEOLOGICO.

Dov’è la vostra sedicente apertura mentale?

Anni di battaglie vi hanno portato ad elaborare forme di ODIO SOCIALE?

Complimenti. Ottimi risultati.

___________________________________________________________

CONTATTI  AL  10  OTTOBRE  2012:   6.473

Annunci

9 commenti su “LA FEMMINISTA CATTOLICA

  • Cara Barbara, non avrei saputo dirlo meglio. Hai dato voce a un disagio che, indistintamente, percepivo già da liceale. E’ molto facile dire d’avere una mentalita aperta, anzi, pretenderla dagli altri. Assai più difficile è esercitarla. “Simpatici ribaltamenti della storia…” 😉

    • Cara Erica, grazie per le tue parole.
      Ultimamente sto riflettendo sul fatto (terribile) che nel corso della nostra storia si sia passati da frasi del tipo “abbasso gli ebrei” a frasi del tipo “abbasso i cattolici”.
      E queste più recenti posizioni riguardano un sedicente mondo di sinistra, stranamente intriso di fascismo.
      Perché si tratta di forme malcelate di fascismo.
      Dov’è la democrazia?

      • Figurati, Barbara :-)… Qualcuno (non ricordo chi) disse: “Dà la libertà all’uomo debole e lui si legherà di nuovo, riportandotela”. Confronto e discussione non sono fatti per chi ha bisogno di qualcosa d’assoluto cui aggrapparsi. In fondo, cos’è il fascismo (o i fascismi), se non questo?

  • Sono femminista e sono atea. Comprendo benissimo la tua posizione. Sono una femminista radicale e non mi è mai passato per la mente che una femminista non potesse essere cattolica. Brava a scrivere questo articolo. Grazia Negrini

  • Il problema non è DIO, nel quale tutti – più o meno, prima o poi – siamo destinati a credere e confidare, ma sono le ambiguità e talvolta le contraddizioni di coloro che pretendono di rappresentarlo in terra…

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    Parti di lui

    Sono un Dugongo spiaggiato.

    PALESTINE FROM MY EYES

    Generating a fearless and humanising narrative on Palestine!

    paroladistrega

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    Posto Occupato

    È un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza.

    Se Non Ora Quando FACTORY

    Laboratorio di libero pensiero e azione politica

    il ricciocorno schiattoso

    ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

    seiofossifoco

    This WordPress.com site is the cat’s pajamas

    IllustrAutrice

    BARBARA GIORGI

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: