LAURA C’E’

Pubblicato 29/10/2012 da paroladistrega

Un mondo di anime, di desideri, di neuroni scalpitanti, di sogni tirati fuori da un cassetto, pieni di muffa ma ancora colmi di vita.
Pensieri che vanno paralleli e poi si incrociano e si sovrappongono perfettamente come le classiche metà di una mela.
Tutto questo e molto, molto di più è stato il lavoro paziente ma entusiasmante di un enorme gruppo di lavoro che ha compreso referenti di tutte le regioni d’Italia. Per accompagnare Laura nel suo viaggio fino a quella candidatura delle primarie di centro sinistra.

Il web in fibrillazione per Laura Puppato. Noi – libere anime del libero popolo della rete – le abbiamo tolto quel burqa con cui i mass media l’avevano rivestita (un burqa mediatico da lei stessa denunciato).

Blog, siti web, gruppi facebook, pagine facebook, bacheche di singoli sostenitori: non so ancora capacitarmi come, in breve tempo e di fronte ad un susseguirsi di novità ed ostacoli, delle persone siano riuscite a produrre questo risultato.
Non agenzie di comunicazione, non esperti di strategia politica: “solo” cittadine e cittadini, spinti da un fortissimo desiderio di politica positiva, costruttiva, concreta.

Ho fatto anch’io la mia piccolissima parte.
E ringrazio tutt* quell* che hanno agito in modo incredibile: non dormendo la notte per chattare e diffondere news in rete oppure per contare le firme raccolte, macinando chilometri in auto e saltando i pasti per raccogliere moduli firmati. Addirittura, ho letto, rinunciando ad incarichi di lavoro.
Gente folle? No, gente vera, con i piedi per terra. Gente che ama questo Paese malconcio e che sta facendo di tutto per riportarlo a nuovo.

E Laura c’era. Macinando anche lei chilometri e saltando pasti.
Ed ora Laura c’è.
C’è in quell’elenco di nomi dei candidati alle primarie di centro sinistra.
Un elenco che segna un momento storico nel cammino della politica italiana e nel cammino delle donne.
Perché in quella lista di nomi maschili, è presente il nome di una donna: una donna meritevole.
Laura c’è.

_______________________________________________________________

CONTATTI   al 3  NOVEMBRE  2012:  7.162

Annunci

10 commenti su “LAURA C’E’

  • È così. Ho 41 anni e da 23 voto il male minore. Per la prima volta sono scesa ‘per strada’ a raccogliere le firme, a raccontare Laura Puppato ai tanti e tante che non la conoscevano; abbattendo il silenzio dei media con la forza delle singole parole. Una lotta per la Politica, la buona Politica che non avrei mai pensato di intraprendere.

  • Sono contenta per Laura, e’ una vittoria per tutte le donne, io ho firmato per la sua candidatura e ho invitato a firmare utilizzando internet, e per fortuna che c’è internet perchè di Laura non si parlava, non si sapeva nulla. Queste firme, raccolte “a mani nude” , sono un bel segnale di impegno democratico dal basso, ora occorre lavorare per una sua buona affermazione alle Primarie. Mi piacerebbe avere Laura nella mia città, Casale Monferrato, e’ possibile sperare? Fino ad ora le presenze in città sono state decise “dall’alto”; non so con quale criterio, sarebbe bello sentire anche proposte dal basso. Cosa e’ possibile fare di utile per Laura Puppato da parte dei semplici militanti iscritti al Pd?
    Grazie per l’attenzione,
    cari saluti

    Silvia Sorisio

  • questa è una vera possibilità e sono basita dall’assordante silenzio delle donne del partito democratico .
    Non voglio inveire contro , ma questo atteggiamento spiega la insostenibile leggerezza della loro presenza nella vita politica di questo paese , la mancata rivoluzione , la loro noncuranza nella promozione delle donne nelle posizioni sia di partenza sia di arrivo. Le donne del Pd , cosi come le donne delle organizzazioni vicine ai Partiti politici ubbidiscono ai riferimenti maschili che le hanno sostenute nelle loro posizioni. Una riconoscenza che pagano tutte le donne e direi anche tutti gli uomini .Il sentimento della riconoscenza delle donne di partito è trasversale , sono infatti le donne anche di centro destra le più accanite sostenitrici del loro leader . Anzichè rendersi responsbaili e protagoniste di proposte le donne adottano una supeficiale e di maniera posizione a difesa del genere femminile ,rappresentando non una complessiva e innovativa rivoluzione delle priorità nelle scelte politiche , ma una teatrale piece di presenza.
    Laura Puppato ha avuto il coraggio di assumere su di sè la responsabilità di una proposta. Condivido la sua proposta , ritengo anche non neutrale il suo genere , il suo linguaggio le sue priorità . Non riesco a spiegarmi da parte delle persone illuminate che vogliono il ene di questo paese e che hanno una visione progressista come questi elementi non siano ritenuti un antidoto all disamore e all’allontanamento verso la classe politica .
    Un capitolo a parte merita la classe che ci informa ( giornalisti e giornaliste ) parlo di quelli che a loro volta hanno visibilità e testate giornalistiche, o trasmissioni importanti. Si improvvisano studiosi di scienze sociali e umane , ci forniscono sondaggi, analisi e ci istruiscono con predicozzi sulle condizioni terrificanti della politica italiana , ma continuano per non farci mancare nulla a proporci politici usatissimi e anche noiossisimi . Partcipano al banchetto cannibalesco della nostra buona fede , sembrano tuttosommato molto contenti di propinarci modelli sempre peggiori di comportamenti dei politici attuali. Tutti stupiti e tutti allarmati delle posizioni che i grillini acquisiscono di giorno in giorno , del resto il loro modo di fare informazione sembra dare ragione al movimento 5 stelle che rifiuta una relazione con loro. Ballarò ad esempio , ad ececzione della copertina di Crozza è una trasmissione che invita solo ed esclusivamente soggetti maschili che recitano ruoli oramai fuori moda. Quando poi vuole praticare le pari oportunità invita la Polverini ( con la quale ha un contratto di fedelizzazione e di apparteneza ) .
    Laura Puppato è una bella possibilità per il Pd, per l’informazione di fare il suo dovere , per le donne , una possibilità che è qui e ora . Laura Puppato fino a questo momento ha dimostrato solo di essere all’altezza degli impegni che si è assunta , meriterebbe di essere presa sul serio .Anche noi meriteremmo di essere prese sul serio .

    • Cara Antonella, grazie mille del tuo commento.
      Sì… anche noi meriteremmo di essere prese sul serio. Intanto, prendiamoci sul serio tra di noi, come abbiamo fatto fin dall’inizio.
      Laura c’è …..anche perché noi ci abbiamo sempre creduto 🙂

    • Conosco un po’ di donne del pd e non credo siano tutte come dici tu; anzi, alcune si danno parecchio da fare per essere autonome e non fare riferimento a nessuna figura maschile, anche tra le sostenitrici di Bersani per es. Ciò non toglie che altre siano proprio come dici tu e che molti programmi televisivi non invitino donne di valore, ma quasi solamente persone di sesso femminile funzionali al programma! Per quanto riguarda il M5S non credo abbia ragione nel non accettare di partecipare ai programmi di politica, visto che sono comunque un modo per conoscere meglio le persone ed in particolar modo i candidati sconosciuti di un movimento utilizza più energie a dire no e a protestare, mentre si mostra carente nelle proposte e quelle poche che sostiene non vengono certo approfondite. Ma al di là di questo aspetto, nel M5S come in nessun altro partito eccetto il PDL, la figura preponderante che emana diktat simili a fatwe (le fatwe ignoranti…) è proprio maschile e si è visto che fine ha fatto la Salsi!

  • apprezzo la tua iniziativa pro laura, ma rivolgerti solo al mondo femminile e’ riduttivo. Amplia l’invito anche al mondo maschile che non e’ insensibile a questo GRADITO personaggio politico e vedrai che i risultati saranno piu’ incoraggianti. saluti renzo ricciatti

    Date: Mon, 29 Oct 2012 00:35:50 +0000 To: blister@live.it

    • Scusa Renzo, per caso hai letto l’articolo-post di cui sopra? Non credo. Sennò non avresti scritto questo commento. Io ho parlato di cittadine e di cittadini che si sono fatti in quattro per Laura Puppato.
      Ho solo puntualizzato nella conclusione quanto sia importante che in mezzo a tanti uomini ci sia pure una donna.
      Leggi il post, è meglio.

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    Parti di lui

    Sono un Dugongo spiaggiato.

    PALESTINE FROM MY EYES

    Generating a fearless and humanising narrative on Palestine!

    paroladistrega

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    Posto Occupato

    È un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza.

    Se Non Ora Quando FACTORY

    Laboratorio di libero pensiero e azione politica

    il ricciocorno schiattoso

    ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

    seiofossifoco

    This WordPress.com site is the cat’s pajamas

    IllustrAutrice

    BARBARA GIORGI

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: