UN TRISTE COMPLEANNO

Pubblicato 16/02/2013 da paroladistrega

Il 14 febbraio 2013 il mio blog PAROLA DI STREGA ha festeggiato il suo PRIMO COMPLEANNO.
E inizialmente l’ha festeggiato nel migliore dei modi, visto che la data ha coinciso con l’evento mondiale del ONE BILLION RISING promosso e diffuso da EVE ENSLER.

Questo evento – ormai è noto – ha creato un enorme flash mob, portando un mare di donne (e molti uomini) a riunirsi nelle piazze di questo nostro pianeta. Donne che hanno gridato la loro protesta contro la violenza e il femminicidio. Donne che hanno ballato sulle note della splendida canzone BREAK THE CHAIN di Tena Clark.

Tutto estremamente coinvolgente e commovente.
Poi però mi passa la voglia di festeggiare il primo compleanno da Strega e mi passa pure la voglia di vedere tutti i video di OBR che arrivano nel web, da ogni parte del mondo.
Perché vedo il viso di Reeva, uccisa a colpi di pistola in Sudafrica e vedo il corpo di Giuseppina immerso nelle fiamme, in una strada di Napoli. Nessuna delle due ce l’ha fatta. Una aveva trent’anni, l’altra cinquantadue. Una era bionda, l’altra mora. Una era sudafricana, l’altra italiana. Ma dire “l’una e l’altra” non va bene: sorelle…. è meglio.
Sorelle a cui degli uomini – uomini che loro amavano – hanno spezzato il cammino, la vita.

Via. Scomparse. Non ci sono più. Tolte di mezzo come si fa con uno scarafaggio, con una formica che ci cammina troppo vicino e ci infastidisce.

E allora mi chiedo se parlare di violenza sulle donne nel mio blog serva a qualcosa.
E allora mi chiedo se dei flash mob mondiali come OBR servano a qualcosa.
Ma la risposta non può essere che un SI, urlato a gran voce. TUTTO DEVE SERVIRE.
Devo credere che serva.

E spero che ciò che scrivo, ogni tanto faccia riflettere – e magari piangere – qualche uomo che mi legge.

__________________________________________________________

CONTATTI AL  1° MARZO  2013:   9.223

Annunci

6 commenti su “UN TRISTE COMPLEANNO

  • e’ veramente triste assistere e lo dico da uomo, alla violenza e alla vigliaccheria esercitata nei confronti di sogetti piu’ deboli e indifesi.spero sentitamente che vengano promulgate leggi adeguate a questi odiosi crimini. grazie per il tuo impegno. renzo ricciatti

    • Già…è triste….è drammatico.
      Un “incubo sociale” che taglia trasversalmente qls Paese, etnia, classe sociale-economica. Un incubo antico quanto è antico il mondo, ma oggi più sentito, più grave, più presente, più violento.
      Mi auguro di ricevere altri messaggi da parte di uomini. Spero che gli UOMINI VERI facciano sentire la loro solidarietà nei confronti delle donne e il loro sdegno nei confronti di coloro che le sopprimono.

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    Parti di lui

    Sono un Dugongo spiaggiato.

    PALESTINE FROM MY EYES

    Generating a fearless and humanising narrative on Palestine!

    paroladistrega

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    Posto Occupato

    È un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza.

    Se Non Ora Quando FACTORY

    Laboratorio di libero pensiero e azione politica

    il ricciocorno schiattoso

    ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

    seiofossifoco

    This WordPress.com site is the cat’s pajamas

    IllustrAutrice

    BARBARA GIORGI

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: