Archivi

Tutti gli articoli per il mese di dicembre 2013

BUON ANNO A TUTT*

Pubblicato 29/12/2013 da paroladistrega

auguri buon annoCare lettrici e cari lettori di questo blog, nell’augurarvi un felice Anno Nuovo, voglio ringraziarvi dell’affetto e della costanza con cui mi seguite da quasi due anni.

Da lontano e virtualmente, vi abbraccio tutti. E vi auguro di realizzare i vostri sogni più belli…. che il 2014 sia per voi l’anno del cambiamento, della rinascita…. dell’epifania.

Buon Anno! 

______________________________________________

CONTATTI 11 genn 2014 : 20073

AVVISO AI VISITATORI DEL BLOG: LA PUBBLICITA’ NON E’ INSERITA DA ME, ma direttamente da WORDPRESS (io non guadagno niente da questo blog).

Annunci

SI CHIAMA PEDOFILIA, NON AMORE

Pubblicato 10/12/2013 da paroladistrega

La Corte di Cassazione ha deciso di considerare “AMORE” un comportamento PEDOFILO attuato da un sessantenne nei confronti di una bambina di undici anni (a Catanzaro).
Lui, da sottolineare, è un impiegato dei SERVIZI SOCIALI a cui era stata affidata la bambina.
Arrampicandosi sugli specchi, la Corte parla anche di un tentativo di RISARCIMENTO DANNI di 40 mila euro offerti alla famiglia della piccola (rifiutati).

La domanda che ci dobbiamo porre tutt*, genitori o meno, persone civili, sensate, ragionevoli, umanamente decenti, è la seguente: COME SI FA A DEFINIRE “AMORE” UN COMPORTAMENTO PEDOFILO PROTRATTO NEL TEMPO, REITERATO, ATTUATO CONSAPEVOLMENTE DA PERSONA CAPACE DI INTENDERE E DI VOLERE?

Come si fa? Come si fa a rivestire di AMORE la PEDOFILIA?
A una bambina di undici anni si può pure raccontare che esiste Babbo Natale e lei ci crederà. A una bambina di undici anni si può parlare dell’amore delle favole e lei crederà che è proprio quello lì, nel letto con un vecchio signore che la tocca.

ORRORE!

Ecco, io in questi giorni ho scritto un breve racconto sulla pedofilia. Quando ho finito di scriverlo mi sono commossa. Avevo un nodo in gola e le lacrime agli occhi.
Ho raccontato di una storia inventata, frutto di input di tipo diverso che mi arrivano da lettrici e notizie lette…. Ma mi rendo conto che la nostra MOSTRUOSA REALTA’ supera ogni FANTASIA, ogni tentativo di racconto.
Il MOSTRO siamo noi: noi adulti che permettiamo un simile scempio dei bambini e delle bambine.

Condanniamo l’ISLAM (un certo Islam) e altre culture che riteniamo barbare e incivili perché permettono l’uso-abuso del corpo e dell’anima delle bambine: NOI SIAMO MEGLIO? LA NOSTRA CULTURA E’ SUPERIORE?

Ah certo…. da noi esiste la formula magica del RISARCIMENTO DANNI: 40 mila euro offerti per aver sporcato per sempre un piccolo essere indifeso.

Ma abbiate almeno la decenza di NON CHIAMARLO AMORE.
_____________________________________________________________________________________
CONTATTI 20  DICEMBRE 2013: 19881
AVVISO AI VISITATORI DEL BLOG: LA PUBBLICITA’ NON E’ INSERITA DA ME, ma direttamente da WORDPRESS (io non guadagno niente da questo blog).

IL BEL PAESE

Pubblicato 02/12/2013 da paroladistrega

CITTADIN*, se piove non usate l’auto, mettete i sacchetti di sabbia alla porta, non portate i bambini a scuola, perché siamo in stato di guerra. Non ci sono le bombe che deflagrano, ma ci sono le bombe d’acqua.

LAVORATORI e LAVORATRICI esodati, licenziati, malpagati, in nero, sfruttati, anche quelli morti dentro fabbriche velenifere o rappezzate… siate contenti. Almeno per qualche ora vi è stato garantito il diritto al lavoro.

RAGAZZ*, non aspettatevi lavoro, futuro e certezze e se volete davvero uno stipendio che vi permetta di pagare affitto-mutuo e il pasto quotidiano, andatevene in cerca di fortuna per il mondo come nuovi migranti. E riempite le vostre valigie di sana speranza (tanto non rimane altro). Noi vi salutiamo con il fazzoletto in mano.

MALAT*, datevi pazienza se dovete aspettare delle ore al pronto soccorso, datevi pazienza se non ci sono letti disponibili in ospedale e dovete fare la fila come alle casse del supermercato, datevi pazienza se dovete attendere mesi per fare un’ecografia o una risonanza. La pazienza è la virtù dei forti.

DONNE, non mettevi la minigonna, non usate il rossetto e non uscite di casa dopo le venti. Così evitate violenze improvvise (poi ci sono quelle eventualmente pianificate e casalinghe, ma fanno parte della tradizione). E se proprio volete fare di testa vostra, dopo non vi lamentate.

Eccolo.
Questo è il BELPAESE, oggi e anche ieri.
Ma noi dobbiamo ascoltare fiumi, mari e oceani di parole su un certo cavaliere, su porcelli e mattarelli, sulle corse dell’ottodicembre, su grilli parlanti, su tasse sulla casa che ricompaiono sempre come il coniglio dal cappello del mago.

Questo è il BELPAESE, oggi e anche ieri.
Probabilmente, anche domani.

_______________________________________________

CONTATTI 02 DICEMBRE 2013: 19513

AVVISO AI VISITATORI DEL BLOG: LA PUBBLICITA’ NON  E’ INSERITA DA ME, ma direttamente da WORDPRESS (io non guadagno niente da questo blog).

 

Parti di lui

Sono un Dugongo spiaggiato.

PALESTINE FROM MY EYES

Generating a fearless and humanising narrative on Palestine!

paroladistrega

BARBARA GIORGI

BARBARA GIORGI

BARBARA GIORGI

Posto Occupato

È un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza.

Se Non Ora Quando FACTORY

Laboratorio di libero pensiero e azione politica

il ricciocorno schiattoso

ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

seiofossifoco

This WordPress.com site is the cat’s pajamas

IllustrAutrice

BARBARA GIORGI