IL COGNOME MATERNO

Pubblicato 11/01/2014 da paroladistrega

Suvvia, sappiamo bene di vivere immers* in una bella cultura patriarcale vecchiotta di millenni. Il patriarcato si sente- vede-percepisce-annusa in ogni aspetto della nostra vita familiare e/o sociale.
Certo, c’è qualche spiraglio qua e là… ma lascia passare poco ossigeno.

E poi, ecco che arriva come un fulmine a ciel sereno (sulla testa dei patriarchi) questa bella sgridata della CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO che dice all’Italia che l’uso del solo cognome paterno per figli-figlie non va per niente bene.
Appunto. E il cognome materno?
E il diritto sacrosanto delle madri di vedere la loro “impronta” sui documenti e sulla vita futura della prole?
Vogliamo scordarci che sono proprio le madri a farsi carico di nove mesi di gravidanza, di ore di travaglio, del parto, dell’allattamento e via dicendo?
Quindi, le madri hanno solo oneri e non onori?

Pertanto, la CORTE DI STRASBURGO ha stabilito che l’Italia deve “adottare riforme” in merito a questa situazione di violazione di parità di diritti.

Così, in questi giorni di inizio anno, l’Italia tenta di correre ai ripari con un ddl del Consiglio dei Ministri che stabilisce all’art 1 che
il figlio nato da genitori coniugati assume il cognome del padre ovvero, in caso di accordo tra i genitori risultante dalla dichiarazione di nascita, quello della madre o quello di entrambi i genitori”

All’art 2 si regola la situazione dei figli nati fuori dal matrimonio e all’art. 3 dei figli adottati: praticamente, stesse misure dell’art 1.

Ricapitoliamo in modo “streghesco-polemico”:
– la prole ha il cognome PATERNO (come prima, da sempre)
– e solo su accordo dei genitori (inserito nella dichiarazione di nascita) potrà avere il cognome della MADRE o DOPPIO COGNOME.

Ergo: il ddl stabilisce che per dare o aggiungere il cognome della MADRE serve autorizzazione del PADRE, mentre non serve autorizzazione della MADRE per avere cognome del PADRE.

Domanda “streghesca-polemica”: il ddl propone una riforma equa? C’è parità di genere?
A me sembra piuttosto una disposizione….. #fumonegliocchi

________________________________________________________________________________________
CONTATTI 11 gennaio 2014: 20.155
AVVISO AI VISITATORI DEL BLOG: LA PUBBLICITA’ NON E’ INSERITA DA ME, ma direttamente da WORDPRESS (io non guadagno niente da questo blog).

Annunci

3 commenti su “IL COGNOME MATERNO

  • faccio notare che il cognome della madre sarà comunque il cognome di suo padre, del nonno, del trisavolo. Alla fine tutti/e nasciamo dal corpo di una donna e portiamo il cognome di un uomo, che sia il padre biologico o no e questo non ci impedisce di andare avanti nella vita e raggiungere dei risultati. La cancelliera Merkel ha il cognome del suo primo marito, Hillary Clinton ha aggiunto il cognome del marito al suo che è consuetudine nei paesi anglosassoni (Margaret Thatcher è conosciuta col cognome del marito Denis Thatcher) e non mi pare che questo le renda meno autorevoli
    Detto questo, non ho nulla in contrario a doppio cognome o al cognome di un solo genitore col consenso di entrambi

    • Grazie Paolo di avercelo fatto notare… Sai com’è, noi donne non sappiamo di vivere immerse in una cultura patriarcale che ci fa trascinare dietro da millenni il cognome del padre e del marito. E fosse solo questo….
      E comunque, se si devono davvero cambiare le cose, l’autorizzazione dovrebbe esserci anche nel dare il solo cognome del padre. Ma a quanto pare la legge non è mai uguale per uomini e donne.

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    Parti di lui

    Sono un Dugongo spiaggiato.

    PALESTINE FROM MY EYES

    Generating a fearless and humanising narrative on Palestine!

    paroladistrega

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    Posto Occupato

    È un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza.

    Se Non Ora Quando FACTORY

    Laboratorio di libero pensiero e azione politica

    il ricciocorno schiattoso

    ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

    seiofossifoco

    This WordPress.com site is the cat’s pajamas

    IllustrAutrice

    BARBARA GIORGI

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: