LA “SUORA MAMMA”

Pubblicato 18/01/2014 da paroladistrega

Non ha fatto del male a nessuno” ha dichiarato la madre superiora di un convento di suore di Rieti, le “Piccole Discepole di Gesù”.
Eppure molti si divertono a scrivere e parlare della “SUORA INCINTA A SUA INSAPUTA”.
Sarà… ma a me non fa ridere. Io condivido empaticamente la sua attuale condizione emotiva.

E inoltre, sì, poteva pure essere incinta a sua insaputa: certo sa di aver copulato, ma poteva non sapere della sua gravidanza.

Ci sono donne-non-suore che arrivano all’ospedale in fase di TRAVAGLIO credendo di avere un attacco acuto di appendicite o problemi cronici all’apparato ginecologico (come l’endometriosi, cisti ovariche, fibromi uterini e via dicendo).
E’ capitato ad altre donne: magari per ignoranza, magari per giovane età, magari per rifiuto psicologico… ma capita.

Il fatto è che qui si tratta di una SUORA: è bene non perdere l’occasione di mettere sul rogo la DONNA-SUORA-STREGA, ridendo divertiti e puntando il dito contro la finta santa-peccatrice.

Insomma, fa tanto ridere parlare di una SUORA INCINTA A SUA INSAPUTA…. è la barzelletta del giorno.

A me non fa ridere per niente: magari le corna che mette Hollande saranno divertenti, ma la storia di questa suora forse meriterebbe un pò di considerazione. Impariamo a distinguere i “fatti umani”.

Ora lei è una MADRE e come tale merita il nostro RISPETTO.

________________________________________________________________________________________
CONTATTI 19  gennaio 2014: 20.385
AVVISO AI VISITATORI DEL BLOG: LA PUBBLICITA’ NON E’ INSERITA DA ME, ma direttamente da WORDPRESS (io non guadagno niente da questo blog).

Annunci

7 commenti su “LA “SUORA MAMMA”

  • ritengo il ruolo di mamma sicuramente piu’ impegnativo e gratificante di quello di suora. per il resto sono d’accordo con il tuo pensiero.

  • Anch’io ritengo che il ruolo di mamma sia impegnativo e gratificante, infatti io proporrei per il Movimento “SUORA-MAMMA” siamo nel 2014 e nella banda del clero ci starebbe bene un movimento iniziato dalle donne. Saluti.

  • Anche la Monaca di Monza ebbe due figli: uno nato morto, l’altra una bambina, Alma Francesca Margherita… Un dramma che finii perfino per sognarmi, da liceale… Dico “dramma”, perché lei non scelse nulla (o quasi) di quello che si ritrovò a vivere. Nel caso di *questa* suora, non so se sia gratificante far la scelta di vestir l’abito religioso, per poi ritrovarsi in una condizione che non ha nulla a che vedere con lo stato per cui si ritiene d’aver la vocazione. Comunque, se non è una ripetizione della vicenda di Virginia de Leyva (la Gertrude di Manzoni), ci può stare anche un sospiro di sollievo. E, quanto alla “finta santa”… dover correre dietro a un bambino santifica anche di più, temo. 😉

  • Sulla storia della “Monaca di Monza” (non solo quella del Manzoni) ci sono alcune versioni, su quanti figli abbia avuto, non si sa bene, dove teneva questi figli e quanti ne abbia fatti sparire? Rimane pero’ il fatto che la Geltrude del Manzoni fu costretta al chiostro da una famiglia patriarcale, avida di potere e di denaro. Io ammiro la suora-mamma di Rieti, pur con le difficoltà che dovrà affrontare, non si è lasciata intimorire dalle organizzazioni potenti.Noi donne potremmo imparare qualche cosa da Roxana Rodriguez.

    • Candida Riva, forse (e dico forse) anche la “suora mamma” dei ns tempi ha subito costrizioni. Del resto anche il Papa ha condannato le “vocazioni forzate”, sempre numerose nei Paesi dove manca il pane. In ogni caso, ribadisco, questa donna ha tutto il mio rispetto.

  • @PAROLADISTREGA, si pero’ il papa disse anche: “suore non siate zitelle,siate madri” quindi, i PAPI, essendo uomini attempati, sulle donne conservano una visione alla “madonna addolorata” . Le donne, secondo certi dettami, dovrebbero soffrire soffrire soffrire, servire, servire, servire, percio’ , in certi momenti della vita noi donne, siamo ancora costrette, a seguire i consigli dei patriarchi.
    L’importante è che ogni donna riesca a realizzare le proprie caratteristiche naturali, senza essere inchiodata a situazioni senza via d’uscita. Siamo nel 2014; possiamo sperare di uscire dall’oscurantismo del medioevo? Io penso proprio di si, anche se c’☺è ancora molta strada da fare. Io non mollo.

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    Parti di lui

    Sono un Dugongo spiaggiato.

    PALESTINE FROM MY EYES

    Generating a fearless and humanising narrative on Palestine!

    paroladistrega

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    Posto Occupato

    È un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza.

    Se Non Ora Quando FACTORY

    Laboratorio di libero pensiero e azione politica

    il ricciocorno schiattoso

    ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

    seiofossifoco

    This WordPress.com site is the cat’s pajamas

    IllustrAutrice

    BARBARA GIORGI

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: