L’INDIA E I “PRINCIPI AZZURRI”

Pubblicato 01/08/2014 da paroladistrega

principe azzurroimmagine: style.it

Su Facebook gira questo video:
https://www.facebook.com/photo.php?v=511834858916582&set=vb.100002702181334&type=2&theater

Questa è una breve descrizione del contenuto del video.

India. Una ragazza cammina per strada con i suoi libri e due ragazzi la adocchiano. Iniziano a seguirla e a darle fastidio. Poi le vanno davanti e le impediscono di continuare a camminare. Ma ecco che arriva un ragazzo a difenderla dai due. E poi, man mano,  arrivano altri  ragazzi. In tutto, otto uomini che formano un cerchio umano, uno scudo di protezione intorno a lei. Appare infine la scritta (in inglese) “ogni religione protegge le donne, proteggere le donne è religione”.

Ne scrivo perché in molti-e mi hanno mandato questo video con messaggi privati.

Cosa ne penso? Ne penso male, anzi: malissimo.

Puntualizzo. Nel video, la  ragazza è in evidente difficoltà. Ma io avrei voluto vedere altre diverse opzioni-possibilità di sviluppo della storia nello spot.

Esempio.

1) Avrei voluto vedere la ragazza che urla come un’indemoniata. Oppure la ragazza che prova a correre via lontana dal pericolo. Oppure la ragazza che fa due o tre mosse di karate (poteva essere un invito a frequentare corsi di autodifesa). 

Perché  non reagisce e non grida? E’ pietrificata dalla paura? Sì, può essere, ma non è bello sottoporre sempre lo stereotipo della donna rassegnata alla molestia e alla violenza. Il messaggio da diffondere dovrebbe essere quello della “reazione”,  non della sottomissione rassegnata. Almeno provarci. Almeno. Si chiama “spirito di sopravvivenza”: le donne ne sono prive? Una femmina di animale avrebbe reagito. La donna no?

2) Avrei voluto vedere NON un gruppo di UOMINI-PRINCIPI AZZURRI che fanno cerchio intorno alla ragazza, ma un GRUPPO DI DONNE arrabbiate nere che sfidano con i loro sguardi i due uomini.

Domando. Questo è combattere la VIOLENZA DI GENERE? Aspettare che 8 PRINCIPI AZZURRI facciamo cerchio intorno alla POVERA RAGAZZA INDIFESA?

Se le giovani indiane saranno educate a questo, c’è da temere ancora di più  per loro: “aspettate che passino principi azzurri per la strada. Abbiate questa speranza nel cuore…”

Vorrei  ricordare che l’INDIA è il PAESE dove ALCUNI UOMINI STUPRANO ED IMPICCANO BAMBINE perché appartenenti a una casta considerata inferiore, perché donne, perché piccole ed inermi.

Il messaggio contenuto quindi nello SPOT è che solo l’uomo  – e non singolo, ma come gruppo – può difendere la donna.

La donna è in mezzo: quella “cosa” TRA UOMINI STUPRANTI E ASSASSINI e UOMINI PRINCIPI AZZURRI. In mezzo c’è la femmina contesa da due gruppi: uno al negativo e l’altro al positivo.

E le ISTITUZIONI INDIANE che fanno PER TUTELARE LA DIGNITA’ E LA SICUREZZA DELLE DONNE? Guardano lo SPOT?

Ma concludo con una notizia di cronaca di questi giorni: un gruppo di donne indiane ha picchiato con bastoni e scarpe due uomini che hanno tentato di stuprare due donne.

Io sono contro la violenza, in ogni sua forma ed espressione.

Ma le capisco.

__________________________________________________________

CONTATTI  6  agosto 2014:  40.072

LA PUBBLICITA’ NON E’ INSERITA DA ME, ma direttamente da WORDPRESS (io non guadagno niente da questo blog).

___________________________________________________________________________________

https://https://www.facebook.com/groups/rispettoperledonne/?fref=tswww.facebook.com/groups/rispettoperledonne/?fref=ts

Annunci

3 commenti su “L’INDIA E I “PRINCIPI AZZURRI”

  • Donne che difendono donne? Sì, sarebbe ancora la soluzione migliore. Già mia nonna si domandava se la posizione di “inferiorità” delle donne di fronte agli uomini non fosse dovuta all’incapacità delle prime di coalizzarsi fra loro… 😉 “Ma concludo con una notizia di cronaca di questi giorni: un gruppo di donne indiane ha picchiato con bastoni e scarpe due uomini che hanno tentato di stuprare due donne. Io sono contro la violenza, in ogni sua forma ed espressione. Ma le capisco.” Io credo di capire te su questo punto, Barbara. Però, ci tengo a dire che, secondo me, la “violenza” esercitata per legittima difesa non è solo consentita, ma sacra. Specialmente se è per difesa altrui. Non perché mi piaccia la violenza, ma perché mi piace l’efficace solidarietà fra esseri umani nel momento del bisogno. Se il bisogno richiede di usare bastoni e scarpe, ben vengano anche quelli. 😉

    • Erica… evviva, ce l’abbiamo fatta ad inserire i tuoi commenti. Forse wordpress si è arreso (secondo me, è maschio 😉 ). Per quanto riguarda questo tuo commento, ti dirò: in effetti è più “semplice” parlare quando i drammi si vedono a distanza. Se facessero del male a una mia sorella, nipote o amica, non posso dire come reagirei. Probabilmente non sarei molto razionale. 😉

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    Parti di lui

    Sono un Dugongo spiaggiato.

    PALESTINE FROM MY EYES

    Generating a fearless and humanising narrative on Palestine!

    paroladistrega

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    Posto Occupato

    È un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza.

    Se Non Ora Quando FACTORY

    Laboratorio di libero pensiero e azione politica

    il ricciocorno schiattoso

    ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

    seiofossifoco

    This WordPress.com site is the cat’s pajamas

    IllustrAutrice

    BARBARA GIORGI

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: