Ma quante belle figlie Madama Dorè…

Pubblicato 22/09/2014 da paroladistrega

imagenes_de_betty_boop_01

 

Io, oggi come oggi, proprio non mi identifico  con la maggior parte delle “donne della politica”: spesso, mi lasciano pure stupita con certi atteggiamenti, opinioni, modi di agire.

Mi chiedo: cosa fanno davvero per noi donne “normali”, quali sono le battaglie di “donne per le donne” che portano avanti,  come si contrappongono al modus operandi della politica al maschile, come smontano-distruggono stereotipi di genere?

Non vedo molta lotta in questo senso.

Non vedo risultati concreti ed evidenti.

Basti pensare che non abbiamo neppure una MINISTRA PARI OPPORTUNITA’.

Però abbiamo delle gran belle ministre. Sembrano Miss.  Lo sottolinea pure la trasmissione Porta a Porta del 18 settembre, già sapientemente commentata nell’articolo di Monica Lanfranco: “Porta a Porta: Vespa le donne e la bella presenza in politica”

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/09/19/porta-a-porta-vespa-le-donne-e-la-bella-presenza-in-politica/1126646/

Durante la puntata suddetta, ecco alcune donne V.I.P. della politica. Una puntata che magari poteva essere intitolata “ma quante belle figlie Madama Dorè”.

A parte le giornaliste più toste che tentavano un certo smantellamento di stereotipo galoppante, tutto il resto era riassumibile con il messaggio “la bellezza aiuta”. Punto. Aiuta a che? In tutto. E’ un passe-par-tout.

Aiuta perché del resto se una è  bella, che ci vuoi fare? Se ha gambe lunghe, bel faccino, bei capelli, mica si può nascondere. Ed è quella la questione.

Sia chiaro. Nessun* condanna-critica la bellezza. Nessun* condanna le belle donne. Neppure le belle donne in politica. Neppure le belle donne mentre fanno la spesa. Se una è bella, beata lei (che poi io sostengo il vecchio principio della soggettività della bellezza).

Ma è ben diverso farne “un’arma”: un mezzo per affermarsi, per arrivare, per piacere, per ottenere-consolidare il consenso.

Perché è un modus operandi che ripete fino alla noia mortale quello che è stato stabilito dal mondo maschile: la donna DEVE essere bella per il piacere dell’occhio maschio (e non solo dell’occhio), per cui la bellezza è un fattore aggiunto fondamentale per essere ACCETTATA-APPROVATA dal contesto regolato dagli uomini. Che sia il mondo del lavoro, che sia il mondo della politica. Sempre e comunque.

Una volta, anni fa, si criticava il modello “Velina” con le due ragazze sgambettanti e belle che ogni sera sorridevano dallo schermo. Oggi non ci facciamo più caso. Non sono loro ad essere pericolose. Non sono loro a costituire il modello che mina il nostro essere “donne vere”.

Oggi ci sono modelli ben più pericolosi: sono quelli del mondo della politica.

Ci sono donne della politica che si lasciano dire “bella figa” da un giornalista, mentre camminano verso luoghi istituzionali. E sorridono. E non mandano a quel paese e non protestano. O protestano sottovoce.

Ci sono donne della politica che si lasciano definire in un giornale “la più bella dell’estate”. E per loro va bene così.

Ci sono donne della politica che intendono affermare il valore della bellezza come mezzo per acquisire consenso pubblico e quindi creano pagine Facebook apposta per pubblicare tutti i loro selfie in pose sornione.

Ovviamente, se le critichi, sei brutta e gelosa. Ma guarda un po’, io non sono né brutta né gelosa. E da donna intelligente, le critico.

Perché non mi piacciono.

Perché io non mi identifico nei loro sorrisi “acchiappa-consenso”.

Perché io credo che il consenso vada acchiappato solo con il cervello e il merito.

Perché le donne che ricoprono incarichi istituzionali dovrebbero andare avanti senza adottare e sfruttare vecchi stereotipi. Ma anzi, dovrebbero combatterli per conto di tutte le altre donne.

A proposito: quando lo fondiamo un  PARTITO DELLE DONNE?   Io sono qui che aspetto.

_________________________________________________________

CONTATTI  22 settembre 2014:  41.500

LA PUBBLICITA’ NON E’ INSERITA DA ME, ma direttamente da WORDPRESS (io non guadagno niente da questo blog).

 

Annunci

5 commenti su “Ma quante belle figlie Madama Dorè…

  • la bellezza è anche un’arma perchè negarlo? E’ vero ma se non è unita al cervello e al talento non si va lontano, è così in ogni campo e anche in politica: John Kennedy era un bell’uomo giovane sposato ad una bella e giovane donna, il suo carisma e i suoi consensi erano dovuti anche a questo e nessuno ci ha mai visto un handicap, anche Obama è un uomo piacente, Nixon era brutto e poco carismatico, Reagan era ormai vecchio ma aveva un carisma derivato dal suo passato di attore viceversa la Thatcher e Angela Merkel bellissime non sono ma direi che carisma e successi elettorali li hanno avuti eccome e piaccia o meno la Thatcher ha segnato un’epoca questo per dire che la bellezza aiuta in politica ma non è indispensabile e se non c’è il cervello, belli o brutti non si va da nessuna parte in politica e pure inaltri campi.
    E sopratutto la bellezza o meno non c’entra nulla con l’essere femminista: Rosi Bindi, margaret Thatcher, Condoleeza Rice..nessuna di queste è una Miss e non sono ricordate per grandi battaglie femministe…ti riconosci più in loro che nelle attuali ministre (anche Stefania giannini non è considerata bellissima, in lei ti riconosci?)
    E il fatto che una ministra non faccia gestacci o mandi a fanculo chi la chiama “bella figa” non ci autorizza a pensare che approvi. Di politici che mandano a quel paese gli altri e fanno gestacci ne abbiamo già avuti.
    La bellezza ha una componente soggettiva sì ma va accettato che Hugh jackman e Scarlett Johansson sono in media più belli di Danny De Vito e Kathy Bates poi questi ultimi soggettivamente possono pure essere estremamente belli per qualcuno

    • Paolo, basta la tua prima affermazione per rendersi conto che ciò che scrivi è una serie di errori. Perché la bellezza è stata un’arma finora, ma non deve più esserlo. Nel momento in cui una donna usa la bellezza come “arma” per affermarsi nel lavoro, in politica, nella vita sociale, è una perdente: significa che non ha cervello. Diverso è il caso in cui una donna bella, piacevole fisicamente, si fa spazio e si afferma tramite le sue capacità e competenze. Ben vengano le donne belle ma meritevoli che se ne fregano di usare la bellezza come mezzo per “arrivare”. Ben vengano.

      • Ben vengano certo (infatti secondo me le persone di entrambi i sessi belle e competenti non mancano in ogni settore) . Credi però che kennedy non abbia usato il suo fascino vincente di giovane uomo di bell’aspetto per far colpo sugli elettori ed elettrici americane? Che tu sia bello/a o meno il cervello devi saperlo usare comunque sennò non vai da nessuna parte.

        devo dire una cosa sulla thatcher: del femminismo non gliene fregava niente (anzi le femministe non la amavano molto e credo lei ricambiasse) però involontariamente qualche stereotipo deve aver contribuito ad abbatterlo (i sindacati invece li abbattè volontariamente ma è un’altra storia)

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    Parti di lui

    Sono un Dugongo spiaggiato.

    PALESTINE FROM MY EYES

    Generating a fearless and humanising narrative on Palestine!

    paroladistrega

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    Posto Occupato

    È un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza.

    Se Non Ora Quando FACTORY

    Laboratorio di libero pensiero e azione politica

    il ricciocorno schiattoso

    ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

    seiofossifoco

    This WordPress.com site is the cat’s pajamas

    IllustrAutrice

    BARBARA GIORGI

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: