LA DEA SATIRA

Pubblicato 11/01/2015 da paroladistrega

ex-voto-donna-in-ginocchio-argento-925-o-metallo-12-cm_d850e80418a9508d5c19ae739038fe70.image.330x330

Finora ho taciuto perché non volevo creare o alimentare polemiche. Sono morte delle persone per mano del TERRORISMO. Quanti mi conoscono e/o leggono sanno bene che condanno ogni e qualsiasi forma di VIOLENZA, che considero il CANCRO DELL’UMANITA’. Quindi: RIBADISCO LA MIA CONDANNA PER LE STRAGI DI PARIGI contro il giornale satirico Charlie Hebdo e nel negozio ebraico (e le stragi dei terroristi in ogni parte del mondo). Non ho però mai usato l’hashtag ‪#‎jesuischarlie‬ perché stavo riflettendo. E ho riflettuto molto perché penso molto prima di scrivere o parlare, soprattutto su temi che possono scatenare discussioni accese. Ma ora lo dico. Lo dico da donna di sinistra, da donna che sostiene la libertà di pensiero e di parola, da donna che ci mette la faccia anche quando non toccano il “giardino di casa”. Lo dico. E dico che oggi (più che mai) la satira dovrebbe porsi delle domande, dovrebbe farsi un bell’esame di coscienza.

Questo sbandierare, osannare, esaltare la libertà di satira come qualcosa di intoccabile, sacro (sì, sacro), illimitato, incontrollabile-incontrollato, infinitamente agibile, mi pare alquanto assurdo. La satira è un “agire umano” e ogni agire umano, in quanto contestualizzato in una società civile, dovrebbe essere soggetto ad una semplicissima regola di buon senso e civiltà: LA MIA LIBERTA’ DI AGIRE (e PARLARE) FINISCE DOVE INIZIA LA TUA.

Invece, guai a dire mezza parola contro la libertà di satira. Guai a dire “a me non piace”: ti accusano di essere FASCISTA. Se sei di SINISTRA DEVI INGINOCCHIARTI DI FRONTE ALLA SATIRA.

La satira  sta diventando una nuova DEA da adorare. Inginocchiatevi pure, sempre e comunque, davanti a Dea Satira. Io non lo faccio. 

Firmato: una strega libera da ogni pensiero omologato. ‪#‎cogitoergosum‬‪#‎jesuisbarbara‬

_______________________________________________________________________

CONTATTI   11 gennaio 2015:   48.529

LA PUBBLICITA’ NON E’ INSERITA DA ME, ma direttamente da WORDPRESS (io non guadagno niente da questo blog).

 

Annunci

2 commenti su “LA DEA SATIRA

  • Ben detto. Finalmente qualcuno che riesce a dire che le libertà, qualunque siano, vanno bilanciate con altre libertà. La Costituzione italiana, come d’altra parte quella Francese, mettono tra i principi fondamentali la libertà di stampa, nella quale rientra, indubbiamente, anche quella di satira. Ma tra i principi fondamentali rientra anche la libertà dell’individuo di praticare la sua religione. Le vignette del giornale di cui si parla, che ci hanno mostrato in televisione, prescindendo da quelle relative all’Islam, ci dimostrano come la satira non riguardi a volte l’agire umano bensì si rivolge verso dogmi che fanno parte della Fede praticata dai soggetti. Questo, allora, non è più satira. Diventa offesa ai soggetti stessi che vengono sbeffeggiati solo perché praticano una specifica religione.
    Capisco che la Francia è molto più laica di quanto sia l’Italia. Però la laicità non può giustificare la mancanza di rispetto per i cittadini e per la parte loro più intima, che riguarda le scelte religiose.
    E’ chiaro che cosa ben diversa è il terrorismo o l’omicidio, che debbono essere in ogni caso fortemente stigmatizzati. Forse, tuttavia, come ben dicevi, qualcuno dovrebbe un attimo riflettere sui confini che la “satira” non può in ogni caso superare.
    Shukria

  • Brava, Barbara. Anch’io ho espresso in diversi tweet il mio dissenso verso la pecoraggine che ha investito i media in questi giorni. E il mio dissenso verso un certo modo “mainstream” di intendere la “libertà di espressione”. Non ho scritto niente sul mio blog, perché ho steso diverse bozze, ma nessuna mi soddisfaceva abbastanza. Ma sto diffondendo quanto può contribuire a offrire una “visione alternativa” a quella spalata dal coro dei leader politici europei in questo momento. 😉 QUESTA è libertà di pensiero.

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    Parti di lui

    Sono un Dugongo spiaggiato.

    PALESTINE FROM MY EYES

    Generating a fearless and humanising narrative on Palestine!

    paroladistrega

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    Posto Occupato

    È un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza.

    Se Non Ora Quando FACTORY

    Laboratorio di libero pensiero e azione politica

    il ricciocorno schiattoso

    ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

    seiofossifoco

    This WordPress.com site is the cat’s pajamas

    IllustrAutrice

    BARBARA GIORGI

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: