CARNE DA MACELLO

Pubblicato 06/02/2015 da paroladistrega

MACELLAIO

 

Stamani ho letto online che un mio commento su un articolo de LA STAMPA.IT è diventato il “commento del giorno” (definito così dal giornale online). Vedi Facebook:

L’articolo in questione espone il caso della modella ASHLEY GRAHAM, la prima modella “curvy” della rivista sportiva Sports Illustrated (numero speciale dedicato alle “bellezze” in costume da bagno).

http://www.lastampa.it/2015/02/05/multimedia/societa/ashley-prima-curvy-in-bikini-su-sports-illustrated-HuBS2NlbqKDuU0Iy6bh9TM/pagina.html

Non è l’articolo in sé a condurmi a delle riflessioni, ma piuttosto i VARI COMMENTI al medesimo.

Nel leggerli, viene un leggero conato, anche se ormai dovrei aver fatto il c.d. “callo” nei confronti di certe opinioni sessiste. Perché così va il mondo.

Ed è “normale”, quindi, leggere molti commenti di donne esultanti perché c’è la “rivincita” delle grasse-formose-curvy  versus  le magre-grissino-ossute. Ed in mezzo ai gridolini di gioia femminili di chi ha qualche chilo in più e si sente una Donna “rivalutata-accettata-dichiarata d.o.c” dall’Uomo,  ecco comparire il fiume in piena dei commenti al testosterone: ciascun maschio ha la sua preferenza, ovviamente.

C’è a chi piacciono le magre, c’è a chi piacciono le formose, c’è chi vuole toccare la ciccia, c’è chi vuole toccare le ossa. Come si fa dal MACELLAIO. Con i tranci di carne. Ed è lì che scatta il mio COMMENTO, inserito in mezzo al fiume di commenti all’articolo. E scrivo: “magra-grassa-curvy… ma la smettiamo di valutare le donne come tranci di bue dal macellaio? siamo Persone, non carne da macello”.

Ovviamente, c’è chi non è d’accordo e commenta al mio commento scrivendo addirittura che le magre sono donne “di prima scelta” e la grasse “di seconda scelta”. Amico mio (si fa per dire) così scrivendo vai solo a supportare la mia tesi: siamo pezzi di ciccia, con tagli di prima e seconda scelta, come dal macellaio.

“Mi dia un bel filetto, di prima scelta,  perché sono di palato buono…”

“Mi dia un taglio di seconda scelta, tanto  devo fare lo spezzatino…”

Eccoci lì. Tranci di carne. Tutte contente che una bella ragazza di nome Ashley possa diventare la Giovanna D’Arco delle curvy-formose-grassottelle. Contro quelle stronze di magre che hanno rotto le scatole con la loro egemonia e il loro catalizzare l’attenzione degli Dei uomini dell’Olimpo. Perché in fondo, siamo disposte a farci un bella guerra di ciccia contro ossa, pur di avere la loro attenzione, la loro approvazione, il loro occhio su di noi, il loro sorriso maschio. E magari un bell’urlo tipo “abbbonaaaa” per la strada. Vuoi mettere che soddisfazione? Da sentirsi al settimo cielo.

Siamo messe molto molto molto bene…

SIGH

_____________________________________________________________________________

CONTATTI   6 Febbraio 2015:   49.500

LA PUBBLICITA’ NON E’ INSERITA DA ME, ma direttamente da WORDPRESS (io non guadagno niente da questo blog).

Annunci

2 commenti su “CARNE DA MACELLO

  • Uhm… Sì, sbavare sulla “carne da macello”, in sé e per sé, è negazione del rapporto fra persone. Mi viene però in mente anche il caso di tutte quelle fanciulle “emancipate” che si compiacciono di parlare in modo eccitato o sprezzante del pene del proprio uomo e di umiliarlo anche senza pietà, nel caso in cui il suo “strumento” non corrisponda alle aspettative. Anche questo è un caso di “carne da macello”? 😮

  • Ciao Erica. Certo non è un bel “parlare” fare certe considerazioni. Ma credo che il “fenomeno carne da macello femminile” sia dovuto alla cultura patriarcale, quindi ben più radicato nelle menti e nelle rappresentazioni collettive sulla donna. Se poi qualche ragazza fa commenti sul membro maschile… forse è anche per rendere pan per focaccia. Comunque, non lo classificherei come fenomeno sociale 😉

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    Parti di lui

    Sono un Dugongo spiaggiato.

    PALESTINE FROM MY EYES

    Generating a fearless and humanising narrative on Palestine!

    paroladistrega

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    Posto Occupato

    È un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza.

    Se Non Ora Quando FACTORY

    Laboratorio di libero pensiero e azione politica

    il ricciocorno schiattoso

    ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

    seiofossifoco

    This WordPress.com site is the cat’s pajamas

    IllustrAutrice

    BARBARA GIORGI

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: