IL FEMMINICIDIO E I SOLITI DISCORSI

Pubblicato 09/08/2015 da paroladistrega
Altan

Altan

Oggi l’ennesimo FEMMINICIDIO. A Lecce. Rita Paola Marzo, 41 anni.

http://bari.repubblica.it/cronaca/2015/08/08/news/lecce_uccide_la_moglie_in_strada_e_tenta_il_suicidio_si_stavano_separando-120653466/

Si stava separando dal compagno. Che ha deciso di ammazzarla con la sua pistola. Poi “ha rivolto l’arma contro se stesso”.

E ora dovrebbe scattare tutta la litanìa dei “perché, percome, perquando”. Tutte le teorie del mondo su questa violenza maschile così diffusa e incontenibile.

Fa parte del Dna? E’ quindi innata?

E’ invece determinata da input ambientali-educativi?

E’ dovuta a carenze affettive durante l’età dello sviluppo? La riconduciamo a possibili traumi infantili?

La colpa è degli stereotipi e della società maschilista?

L’evento violento è individuabile a priori tramite segnali comportamentali-emotivi? E’ prevedibile o imprevedibile?

E altre mille domande. E mille teorie. E mille ipotesi. E ciascun* di noi viaggia ovviamente con la Verità in tasca, pront*  a sfornare le sue perle di saggezza.

Intanto,  le donne continuano a morire. Sì, mentre noi interrompiamo i nostri cazzeggi sulla spiaggia e alziamo disgustat* le sopracciglia ascoltando dell’ennesimo femminicidio alla radio o leggendo la notizia nel web, le donne muoiono ammazzate. Come Rita Paola. Magari oggi lei voleva andare al mare e stava organizzando le sue vacanze come tutt*. Chissà che progetti aveva Rita Paola.  E mentre noi pensiamo ai perché della violenza, lei non c’è più.

Noi pensiamo tanto.

E mettiamo targhe nelle strade contro il femminicidio. Tutto molto bello.

E facciamo eventi contro il femminicidio (io pure). Tutto molto bello.

E scriviamo contro il femminicidio (io pure). Tutto molto bello.

A cosa serve tutto questo agire molto bello? No, perché arriva il momento in cui una si chiede a cosa serve, visto che le donne continuano a morire.

Siamo tutt* in vacanza, è vero, sarebbe giusto rilassarci. E’ agosto, è vero, sarebbe giusto pensare a cose allegre.

Ma io non sono normale e penso a Rita Paola che in vacanza non ci va. E che lascia due bambini. E che aveva diritto a vivere. Ma un uomo e una pistola detenuta con “regolare porto d’armi” hanno eliminato tutta la sua realtà.

Ora, rimettiamoci tranquillamente a prendere la tintarella, mentre  pensiamo che tutta la colpa è di qualche trauma infantile.

_______________________________________________________________________

CONTATTI   109.782

AVVISO AI LETTORI DI QUESTO BLOG

NON VENGONO APPROVATI-PUBBLICATI  COMMENTI CONTENENTI FRASI OFFENSIVE, RAZZISTE, MISOGINE O COMUNQUE  VERBALMENTE  VIOLENTE.

I MITOMANI NON SONO I BENVENUTI.

_________________________________________________________________________

Mi trovate anche qui, su Facebook:

https://www.facebook.com/barbara.giorgi.16

________________________________________________________

IL MIO ULTIMO LIBRO, SU TEMI DI GENERE:

EVA E ALTRI SILENZI” (2014): racconti e monologhi di donne su temi impegnati (violenza di genere, molestia sessuale, anoressia, pedofilia…). Il libro è dedicato alla grande e compianta Franca Rame, su autorizzazione della Compagnia teatrale Fo Rame.

Cartaceo:

http://www.mondadoristore.it/Eva-e-altri-silenzi-Barbara-Giorgi/eai978889114200/

Ebook:

http://www.youcanprint.it/youcanprint-libreria/cataloghi-arte/eva-e-altri-silenzi-ebook.html

Annunci

4 commenti su “IL FEMMINICIDIO E I SOLITI DISCORSI

  • Molto triste ! Ma c’è un’altro “feminicidio” che nessuno s’accorge e che è molto peggior ancora : La Violenza Psicologica! Questa precede la Violenza Fisica e danneggia più che il Feminicidio, perché uccide l’anima, distrugge la personalità della donna, sua auto-stima e volontà vengono “plagiate”, trasformandola in “morta-viva”! Sono tantissimi donne italiane che ne hanno sofferto, che diventano “ammalate mentale” e che la società e la Giustizia, invece di sostenere, ancora si volta contro, togliendo sue figli con la giustificativa di non essere in grado di educargli . Allora, quando erano soffrendo la violenza psicologica da mariti insani – potevano stare con i figli assistendo al spettacolo deprimente di sua madre essere sminuita e offesa dal padre, tante volte picchiata … Al momento che – in un atto di coraggio per se e per sue figli – decidono di separarsi del aggressore , allora sono punite ancora con la perdita del affido , vedendo sue figli essere consegnati a una Istituzione .

    Propongo una ampia discussione in tutti mezzi di comunicazione serie , TV, radio, internet, giornale, scuole, Istituzione di Salute, Sicurezza Pubblica, Giustizia …

    Inguanto Italia non capire che deve divulgare la Violenza Psicologica, farla conosciuta da TUTTI (scuola, Salute Pubblica, Giustizia, cittadini ) per prevenirla prima di combattere sue l’effetti, continuerà a leggere questo tipo di notizie su giornale.

  • Sicuramente, quando si viene martellati da casi di cronaca sanguinosa, ciò che viene in mente è: “Basta parlare… bisogna fare!” Ma “fare” COSA? That is the question.

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    Parti di lui

    Sono un Dugongo spiaggiato.

    PALESTINE FROM MY EYES

    Generating a fearless and humanising narrative on Palestine!

    paroladistrega

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    BARBARA GIORGI

    Posto Occupato

    È un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza.

    Se Non Ora Quando FACTORY

    Laboratorio di libero pensiero e azione politica

    il ricciocorno schiattoso

    ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

    seiofossifoco

    This WordPress.com site is the cat’s pajamas

    IllustrAutrice

    BARBARA GIORGI

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: