No signora, non è colpa sua!

Pubblicato 31/08/2016 da paroladistrega

Rovigo-abbandona-e-reclude-in-casa-lanziana-mamma

Oggi ero seduta in un bar. Accanto a me, un tavolino con due anziane e belle signore. Una delle due ha iniziato a parlare della sua vita trascorsa con il marito violento, che ora non c’è più. Parlava parlava… e io, accanto a lei, inevitabilmente sentivo tutto. Forse volevo ascoltare. Anzi. Senza forse. Perché lei mi stava dando la possibilità di vedere uno “spaccato di vita” sofferta. Così, la signora ha iniziato a raccontare all’amica degli schiaffi, dei colpi subiti, della necessità di “elemosinare denaro” per fare la spesa. Fin dall’inizio del matrimonio.
“Ma tua madre non sapeva nulla? Non ne parlavi in famiglia?”
“Mia madre sapeva tutto. Mi disse di non coinvolgerla perché avrebbe sempre dato ragione a lui. Lo adorava. Così, ho iniziato a credere che la colpa di tutto fosse mia. Io ero una moglie imperfetta. Mi meritavo schiaffi, calci, colpi… tutto. Sono finita anche in ospedale. Avevo un braccio pieno di ematomi. E mio marito ebbe il coraggio di dire al medico del pronto soccorso che, probabilmente, era dovuto ad un infarto. Il medico lo guardò male e gli rispose che quei lividi non avevano a che fare con un infarto, ma con dei colpi. Ho continuato per anni a vivere con lui, chinando la testa. Ho continuato piangendo e soffrendo. Poi i figli sono cresciuti e mi hanno convinta a rivolgermi a un avvocato per la separazione. Lui, mio marito, alla domanda dell’avvocato “perché la picchia?” rispose “perché mi scappa la mano”. Alla fine mi sono separata e ho ricominciato a vivere. Oggi lui non c’è più e io mi chiedo ancora perché continuo a sentire dentro dei “sensi di colpa”, a sentirmi “imperfetta”, a pensare che forse è stata tutta colpa mia.”
Ecco. Io avrei voluto dirle “no signora, non è colpa sua! Non è mai stata colpa sua!”.

Ma la sua amica è stata più brava di me. Le ha risposto che quello è il meccanismo mentale su cui gioca l’uomo violento e manipolatore. E la violenza lascia tracce anche nel tempo.
A quel punto avrei voluto abbracciarle entrambe. Ma non potevo rompere quel perfetto cerchio di amicizia.

Emozioni. Se aprite occhi, orecchi e cuore… vi arrivano tutte…

_______________________________________________________________

VIEWS   128.716

_______________________________________________________________

Mi trovate anche qui, su Facebook:

https://www.facebook.com/barbara.giorgi.16

________________________________________________________

IL MIO ULTIMO LIBRO, SU TEMI DI GENERE:

EVA E ALTRI SILENZI” (2014): racconti e monologhi di donne su temi impegnati (violenza di genere, molestia sessuale, anoressia, pedofilia…). Il libro è dedicato alla grande e compianta Franca Rame, su autorizzazione della Compagnia teatrale Fo Rame.

Cartaceo:

http://www.mondadoristore.it/Eva-e-altri-silenzi-Barbara-Giorgi/eai978889114200/

Ebook:

http://www.youcanprint.it/youcanprint-libreria/cataloghi-arte/eva-e-altri-silenzi-ebook.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Parti di lui

Sono un Dugongo spiaggiato.

PALESTINE FROM MY EYES

Generating a fearless and humanising narrative on Palestine!

paroladistrega

BARBARA GIORGI

BARBARA GIORGI

BARBARA GIORGI

Posto Occupato

È un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza.

Se Non Ora Quando FACTORY

Laboratorio di libero pensiero e azione politica

il ricciocorno schiattoso

ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

seiofossifoco

This WordPress.com site is the cat’s pajamas

IllustrAutrice

BARBARA GIORGI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: