Hillary Clinton non è femminista

Pubblicato 10/11/2016 da paroladistrega

hillary-clinton_3

Certo, non abbiamo esultato del risultato sfornato dall’Election Day 2016. Precisiamo:  io non ho esultato, non so voi. Il mondo si ritrova ora con un “signore” misogino, razzista e alquanto miliardario a capo della prima potenza mondiale (il primato economico oggi è della Cina, ma gli USA… beh, sappiamo bene che sono l’ago della bilancia della politica internazionale).

L’alternativa a Donald Trump (partito repubblicano) era, lo sappiamo bene, Hillary Clinton (partito democratico).

Il day after però mi ha lasciata perplessa, non solo per i risultati delle elezioni, ma anche per i commenti social di varie amiche femministe: secondo loro, con Hillary Clinton alla Presidenza USA noi donne avremmo sfondato il c.d. “soffitto di cristallo”. Cioè: noi donne avremmo avuto un cammino più… come dire… femminista. Nella politica, in società. Hillary come una di noi, insomma.

State scherzando?  Ma stiamo parlando della stessa donna? 

No, perché se sento dire il suo nome, a me vengono in mente cose ben precise, che nulla hanno a che vedere con il FEMMINISMO (almeno quello che intendo io). Per dire:

  1. la signora fa politica da anni con il cognome del MARITO: certo, fare così è prassi made in U.S.A. Ma se una donna è una vera femminista deve rompere gli schemi e farsi strada con il proprio nome, le proprie forze, la propria faccia, senza essere perennemente “la moglie di…”
  2. La signora si è rivestita con l’abito bon ton da brava mogliettina durante e dopo lo “scandalo Lewinsky“. Si racconta che nella coppia ci furono  litigi (mi pare il minimo sindacale), ma in pubblico Hillary si mangiò la dignità in nome del Potere. Una femminista si sarebbe comportata così? Per noi femministe contano l’autodeterminazione, l’io sono mia. Prima di ogni altra cosa.
  3. La signora ha agito usando i medesimi strumenti di Potere che fanno parte del modus operandi della politica al maschile: con segreti più o meno celati, scoperti e ricoperti, ammessi e negati.

Una femminista vive così la politica?  No. Essere femminista significa percorrere strade difficili e ben lontane dal modo di agire della politica al maschile, significa uscire dagli schemi imposti. Noi femministe non siamo cloni del maschio.

Delle amiche mi hanno chiesto: “tu cosa avresti votato?” Odio l’astensionismo. Ma credo che non avrei votato il “meno peggio”. Per il bene del Pianeta, forse non vanno bene né il miliardario sessista, misogino e razzista, né la signora assetata di Potere e grande sostenitrice della guerra in Medio Oriente (già quando era Segretario di Stato, durante la presidenza di Obama). Non ce l’avrei fatta a votare il “meno peggio”. Sorry.

Ora c’è Trump. E certo non mi piace. Ma almeno non vedo Hillary Clinton come il simbolo della liberazione delle donne. 

Non basta essere donna per essere degna di rappresentare il femminismo. E Hillary Clinton rappresenta solo se stessa. 

Care amiche, il “soffitto di cristallo” va sfondato con una vera femminista. Sennò ci facciamo pure un gran male…

_________________________________________________________________

VIEWS   131.652

_______________________________________________________________

Mi trovate anche qui, su Facebook:

https://www.facebook.com/barbara.giorgi.16

_______________________________________________________

IL MIO ULTIMO LIBRO, SU TEMI DI GENERE:

EVA E ALTRI SILENZI” (2014): racconti e monologhi di donne su temi impegnati (violenza di genere, molestia sessuale, anoressia, pedofilia…). Il libro è dedicato alla grande e compianta Franca Rame, su autorizzazione della Compagnia teatrale Fo Rame.

Cartaceo:

http://www.mondadoristore.it/Eva-e-altri-silenzi-Barbara-Giorgi/eai978889114200/

Ebook:

http://www.youcanprint.it/youcanprint-libreria/cataloghi-arte/eva-e-altri-silenzi-ebook.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Parti di lui

Sono un Dugongo spiaggiato.

PALESTINE FROM MY EYES

Generating a fearless and humanising narrative on Palestine!

paroladistrega

BARBARA GIORGI

BARBARA GIORGI

BARBARA GIORGI

Posto Occupato

È un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza.

Se Non Ora Quando FACTORY

Laboratorio di libero pensiero e azione politica

il ricciocorno schiattoso

ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

seiofossifoco

This WordPress.com site is the cat’s pajamas

IllustrAutrice

BARBARA GIORGI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: