NON UNA DI MENO – Rete Antiviolenza Massa e Associazione Sabine di Montignoso (Massa Carrara)

Pubblicato 21/11/2016 da paroladistrega

15094884_1209458715786648_3898694173339135619_n

NON UNA DI MENO, 26 novembre 2016, evento nazionale contro la violenza di genere. Lo sappiamo, riguarda in primis la manifestazione a Roma. Ma precisiamo che all’evento nazionale sono collegati  eventi locali (moltissimi) autorizzati dal Comitato centrale (sottolineo “autorizzati”) e contenuti in un Portfolio-Mappa nazionale. Sarebbe meglio quindi  evitare sterili e inutili contestazioni sugli eventi locali, anche perché ci sono tante donne che non possono andare a Roma e vogliono comunque aderire all’Evento nazionale, portando il loro contributo  e anche la loro testimonianza. Non sono figlie di un dio minore.

A Massa (MS) la R.A.M. Rete Antiviolenza Massa (referenti la sottoscritta blogger Barbara Giorgi e la giornalista Angela Maria Fruzzetti) ha organizzato un evento locale in collaborazione con il centro antiviolenza Associazione Sabine di Montignoso (responsabile Giovanna Del Freo). L’ Evento R.A.M. e Associazione Sabine – NON UNA DI MENO Montignoso si terrà il 26 novembre, dalle ore 17.30, a Villa Schiff, Montignoso (Massa Carrara). Si tratta di un EVENTO informativo e artistico-culturale sul tema della LOTTA ALLA VIOLENZA DI GENERE, a sostegno della Manifestazione nazionale. Interverranno le Assessore P.O. di Montignoso e di Massa, referenti dei centri antiviolenza di Montignoso, Carrara e Sarzana e artiste locali.
L’invito è rivolto a tutte e tutti.

Questo nostro specifico evento R.A.M. e Ass. Sabine è ispirato a un approccio non separatista. Il separatismo donna-uomo può essere uno strumento, ma non un fine, come specificato nel  Comunicato SAREMO MAREA di NON UNA DI MENO nazionale

Estratto dal Comunicato NON UNA DI MENO Roma: “Per noi il separatismo è una pratica ed uno strumento necessario  per riconoscere e combattere la nostra oppressione, ma non lo assumiamo come fine della nostra lotta. Il nostro punto di arrivo è la libertà collettiva e individuale – mentale, fisica e di possibilità – da ciò che questa società patriarcale e neoliberista ci impone, contro la nostra volontà.

È per questo che la manifestazione sarà aperta dalle donne con i loro corpi liberi, la loro creatività e intelligenza. Seguirà il movimento transfemministaqueer e tutt* coloro che individuano nella fine della violenza maschile sulle donne e del patriarcato una priorità nel processo di trasformazione radicale dell’esistente. 

Il corteo sarà espressione di ciò che portiamo avanti ogni giorno con determinazione. Le condizioni perché tutte possano esprimersi e sentirsi a proprio agio le costruiamo insieme; nessuno spezzone di maschi e machisti in fondo, nessuno sbandieramento di identità partitiche e sindacali. Una vera e propria marea capace di invadere le strade di Roma e di imporre un nuovo ordine del discorso.”

Io personalmente, come femminista attivista e come una delle Referenti-Promotrici della nostra Rete locale R.A.M. credo che il SEPARATISMO non porti da nessuna parte nello specifico ambito della LOTTA ALLA VIOLENZA DI GENERE. Noi donne reclamiamo quotidianamente la presenza e l’impegno degli uomini in questo contrasto al cancro socio-culturale della violenza. Quindi ora, pretendere che gli uomini si facciano i “fatti loro”, mi pare alquanto INCOERENTE. Molto incoerente.

Il SEPARATISMO non porta da nessuna parte. Il femminismo deve camminare con i tempi. Fatevene e facciamocene una ragione. La lotta alla violenza di genere è un problema culturale: non appartiene solo all’impegno delle donne. Non deve essere esclusivamente un NOSTRO ONERE cambiare una società maschilista e misogina. Il 26 novembre non è “solo” una manifestazione femminista: è un evento enorme, grandioso contro la VIOLENZA DI GENERE.

E riguarda TUTTE E TUTTI. 

________________________________________________________________

VIEWS   132.000

_______________________________________________________________

Mi trovate anche qui, su Facebook:

https://www.facebook.com/barbara.giorgi.16

_______________________________________________________

IL MIO ULTIMO LIBRO, SU TEMI DI GENERE: 

“IL QUADERNO DI JO”

il-quaderno-di-jo-copertina-foto-copia-copia

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Parti di lui

Sono un Dugongo spiaggiato.

PALESTINE FROM MY EYES

Generating a fearless and humanising narrative on Palestine!

paroladistrega

BARBARA GIORGI

BARBARA GIORGI

BARBARA GIORGI

Posto Occupato

È un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza.

Se Non Ora Quando FACTORY

Laboratorio di libero pensiero e azione politica

il ricciocorno schiattoso

ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

seiofossifoco

This WordPress.com site is the cat’s pajamas

IllustrAutrice

BARBARA GIORGI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: